Un filo di dolcezza

Amato da grandi e piccini… Basta un filo di zucchero ed è subito festa!!!
Ma da dove viene e chi lo ha inventato? Facciamo insieme un dolce tuffo nel mondo dello zucchero filato.

Lo zucchero filato ha origini piuttosto incerte. Sembra sia nato in Europa nel XVIII secolo come decorazione pasquale. All’epoca produrlo era alquanto dispendioso, sia per la laboriosità del processo che per il costo dello zucchero.

Nel 1897, un dentista e un pasticciere (bella coppia!) originari del Tennessee, William Morrison e John C. Wharton , inventarono la macchina per produrre questo prodotto dolciario e lo presentarono al grande pubblico in occasione della Fiera mondiale di St. Louis (1904) con il nome di fairy floss (lana di fata).

Il successo fu immediato!!!

In Italia lo zucchero filato fa la sua prima comparsa nel 1906 con il Circo di Buffalo Bill.

Da allora lo zucchero filato si è diffuso in tutto il mondo e tradizionalmente lo ritroviamo al luna park, al circo, a fiere e feste di paese… Tutti gli eventi associati al mondo dell’infanzia lo vedono protagonista!

Di “cotton candy” ve ne sono tante versioni dal semplice al colorato…

Sottoforma di piccoli coni, batuffoli o nuvole leggere, spesso è usato come addobbo o “golose” bomboniere per cerimonie da favola.

In Cina è di moda trasformare il fil di zucchero in fiori dai petali colorati: belli da guardare e buoni da mangiare.

E c’è chi ha osato ancor di più…

E’ il caso di Sir Pop, un ragazzo catanese, che ha addirittura realizzato un abito da sposa interamente di zucchero filato!

Fantastiche queste creazioni… E se fossero anche aromatizzate con SUGAROMA?

Beh, sarebbero una vera delizia!!!