Con lo zucchero? Faccio “collezione”!

Quadrate, rettangolari, stick… di tante forme ed infiniti colori: sono le bustine di zucchero, una dolcezza tutta da collezionare.

Questa forma di collezionismo è nata in Europa agli inizi del ‘900, qualche decennio dopo la diffusione delle prime bustine.

Di svariate forme e dimensioni, le bustine di zucchero odierne possono recare qualsiasi immagine: dai monumenti di una città ai fumetti, dal logo di un’azienda alla foto delle nozze.

Non c’è alcun limite alla fantasia!!!

Forse proprio per questo ( e per la semplice reperibilità ), le bustine di zucchero monodose sono oggetto di collezione da parte di numerosi appassionati, tanto che molte case produttrici hanno iniziato a realizzare delle serie “a tema” rivolte proprio al mercato dei collezionisti.

Gli appassionati scambiano i loro “pezzi” principalmente per mezzo posta oppure durante le “mostre-scambio”.

 

Numerosi sono i concorsi e le iniziative dedicate alla bustina di zucchero, ma la più grande è sicuramente “Sweet Sugar World.- Un dolce mondo di zucchero”: raduno internazionale per collezionisti.

L’evento ospita 140 espositori provenienti da ben 14 diverse nazioni e si tiene ogni anno in provincia di Bologna, a Pieve di Cento.

Proposte, consigli, curiosità e tanta dolcezza accoglieranno i visitatori del raduno che questo week-end (8-9 aprile) darà il via alla sua nona edizione.

Siete curiosi?

Volete intraprendere anche voi la strada del collezionismo dolce, ma non sapete da dove iniziare?

Dalle bellissime bustine di zucchero Gemar Italia, per esempio!

E chissà, al prossimo raduno potreste scambiare le vostre “SUGAROMA” con mezzo mondo!!!