Pazzi per il caffè amaro

Non amate i cibi dolci? Preferite cioccolato extra-fondente, caffè senza zucchero, ravanelli e acqua tonica ?
Attenzione!!! Una maggiore affinità verso cibi e bevande amare, potrebbe celare una personalità aggressiva con tendenze antisociali.

Secondo i ricercatori della Innsbruck University, in Austria, non ci sarebbero molti dubbi: più la gente ama cibi e bevande amare, tanto più ha una personalità cupa.

Lo studio riportato sul Daily Mail, prestigioso quotidiano britannico, è stato condotto da Christina Sagioglou e Tobias Greitemeyer con la finalità di stabilire una correlazione tra preferenze culinarie e specifici tratti caratteriali.

I due psicologi hanno preso in esame oltre mille persone, donne e uomini, ai quali sono stati proposti cibi dolci, salati, aspri e amari, chiedendo loro di dare un punteggio di gradimento.

Successivamente sono stati sottoposti a dei test per valutarne la personalità: il Big Five Questionnaire (che valuta estroversione, apertura mentale, gradevolezza, stabilità emotiva e coscienziosità), e il test della Triade oscura (narcisismo, machiavellismo e psicopatia).

Dal confronto dei due risultati è emerso che i “golosi” di cibi amari sono più predisposti all’aggressività, alla scarsa empatia verso il prossimo e, addirittura, alla psicopatia.

 

 

Insomma chi non ama cibi o bevande zuccherate ha un ‘lato oscuro’ più marcato rispetto a chi non sa resiste davanti a una bella torta.

Ma sarà davvero così?

La preferenza per un certo alimento non è solo istinto, ma è influenzata da un mix di fattori: sensibilità al gusto e agli odori, esperienze passate, cultura, tradizioni e attenzione alla linea.

Inoltre il concetto di “sapore” non è così semplice da definire, in quanto soggetti diversi possono percepire i sapori in modo nettamente differente.

Vuoi vedere che alla fine, il carattere c’entra poco ed è solo questione di gusti?

Nel dubbio…, meglio zuccherare il caffè!!!

Ritrova gusto e buon umore…, meglio ancora se con lo zucchero Gemar.