‘Happy hour’ nello spazio

Siete alla ricerca di un cocktail “stellare”? Potreste trovarlo nello spazio!
La cometa Lovejoy, ribattezzata dagli scienziati ‘Happy hour’, lascia dietro di sé una scia di alcool e zucchero.

Le comete per noi terrestri rappresentano ancora un mistero, per questo catturano l’attenzione di astronomi e appassionati.

Uno studio condotto da un team internazionale di ricercatori, coordinato dall’ Observatoire de Meudon di Parigi e pubblicato sul rivista Science Advance, svela una nuova curiosità su questi corpi celesti.

La loro atmosfera contiene due sostanze particolarmente apprezzate sulla Terra: alcol e zucchero.

Dal nucleo della cometa Lovejoy fuoriesce una gran quantità di alcol etilico (proprio quello presente nel vino!) e molte sostanze organiche, tra cui il glicolaldeide, uno zucchero semplice.

La scoperta è stata realizzata dallo scienziato Nicola Biver utilizzando un radiotelescopio da 30 metri di diametro che si trova sulla Sierra Nevada in Spagna.

L’osservazione è stata condotta quando la cometa è passata vicino al Sole (perielio), lasciando dietro di sé una scia di alcol etilico e di zucchero.

 

«Nella fase di massima attività, la quantità di alcol sprigionata da questo straordinario corpo celeste è paragonabili a circa 500 bottiglie di vino al secondo», ha spiegato il ricercatore.

Tale “cocktail cometario” conferma la presenza sulle comete di molecole organiche complesse, capaci di originare la vita.

Ciò che ha maggiormente sorpreso il team di ricerca è la presenza dello zucchero, molto simile a quello che mettiamo nel caffè!

Il glicolaldeide è un elemento importante nella formazione dell’Rna e questa scoperta aggiunge un tassello importante alla teoria che siano state proprio le comete a portare la “vita” sul nostro pianeta.

Inoltre è risaputo che alcuni lieviti hanno la capacità di trasformare gli zuccheri in alcool… Che ci sia vita anche sulle comete?

Al momento quest’ultima è solo un’ipotesi “fantascientifica”.

Ciò che è certo, è che se anche voi volete assaggiare dello zucchero “stellare”, non è necessario fluttuare nel cosmo, basta scegliere lo zucchero Gemar Italia!!!