Un caffè da perdere il sonno

Arriva dal Sudafrica e si sta imponendo sul mercato mondiale come il caffè più forte del mondo.
Il suo nome? Black Insomnia!

Quello di “caffè più forte del mondo” è un titolo molto ambito e negli ultimi anni diverse aziende hanno provato ad accaparrarselo, con la produzione di caffè sempre più potenti.

La “forza” di queste bevande viene misurata dal quantitativo di caffeina in esse contenuta.

Black Insomia, ovvero “insonnia nera”, con i suoi ben 702mg di caffeina per tazza, certamente mantiene fede al suo nome.

Una dose ben superiore al consumo giornaliero massimo raccomandato che oscilla tra i 300 e 400 mg.

E pensare che il “nostro” espresso ne contiene 40/80 mg!!!

 

Black Insomnia è anche il nome dell’azienda fondata da Sean Kristafor, che fin dal principio si è posto l’obiettivo di sbaragliare la concorrenza.

Sembra esserci riuscito usando chicchi della varietà Robusta.

Il segreto del suo caffè sarebbe collegato ad un particolare processo di tostatura, ovviamente Top-secret.

Kristafor ha raccontato di aver ottenuto in realtà una miscela significativamente più forte, ma ha dovuto edulcorarla per poterla commercializzare.

Analizzando il caffè in laboratorio si è scoperto che non contiene additivi o altre sostanze nocive, ma in tanti sono preoccupati per gli effetti collaterali che potrebbero derivarne.

 

La quantità di alcaloide contenuta in questa super-bevanda è talmente elevata che il sito Caffeine Informer, specializzato nell’analisi della caffeina, lo ha inserito tra i prodotti più pericolosi.

Nonostante le perplessità, Black Insomnia piace e riscuote forti consensi.

L’esordio sul mercato è stato lo scorso giugno in alcuni bar di Città del Capo, ma il successo immediato ha spinto la distribuzione in ben 22 paesi già dalla fine del 2016.

Da pochi giorni ha fatto il suo esordio anche su Amazon America ed è già introvabile!

Quanti cucchiaini di zucchero ci vorrebbero, per dolcificare una tale bevanda?

Beh, di sicuro con lo Sugaroma allo zenzero avrebbe un carattere davvero “esclusivo”!